Tag Archives: antonio ferrara

NEL BUIO per i finalisti del Premio Crawford

Cover-Nel-buio Altrisogni D&NLa Redazione Altrisogni ci ha comunicato la disponibilità di omaggiare i primi dieci classificati del Premio Francis Marion Crawford con una copia elettronica dell’antologia “NEL BUIO“. Si tratta di una notiza che speriamo possa far felici i partecipanti del Premio e che ci indica ancora una volta che, quello che era partito come un semplice concorso per racconti di genere si è tramutato in poche settimane nel Premio dedicato alla narativa Horror più corposo che si sia mai visto. Non parliamo solo dei premi messi in palio da realtà come Altrisogni e Dbook, ma anche per le tante personalità coinvolte.

Il Premio Crawford, non un Premio qualsiasi, ma il Premio di Tutti.

Ringrazio personalmente a nome di tutto il “Crawford” La Redazione Altrisogni e l’editore dbooks.it

Antonio Ferrara

Esiste una sfida più grande per uno scrittore o un fotografo di quella lanciata dall’oscurità assoluta? Nemico del minaccioso candore della pagina vuota e irriducibile avversario della luce che definisce linee e colori, il buio obbliga l’uno e l’altro a penetrare nei suoi misteri armati di una luce particolare, una lanterna alimentata da un combustibile volatile e altamente esplosivo, da attingere nei recessi della mente dove abitano sogni e incubi. È quello che hanno fatto i partecipanti del concorso Nel Buio, lanciato dalle riviste digitali Altrisogni e D&N: questa antologia raccoglie le prime dieci immagini fotografiche e i primi dieci racconti classificati. Non solo: la stessa sfida è stata raccolta da alcuni ospiti prestigiosi, penne conosciute e rinomate come quelle di Danilo Arona, Cristiana Astori, Alberto Cola, Stefano Di Marino, Clelia Farris.

L’orrore, il fantastico e la fantascienza, la paura e la meraviglia, l’ignoto e il suo irresistibile richiamo: ognuno degli autori di questa antologia si è spinto fin dove la sua mente poteva condurlo per svelarci un lembo del mistero che nasce dove la luce muore. Per portarci, insomma, Nel Buio.

Contiene racconti inediti di:

Yuri Abietti, Giuseppe Agnoletti, Mikro Dadich, Roberto Guarnieri, Anna Notti, Roberta Pizzuto, Fiorella Rigoni, Rubrus, Tanja Sartori, James Carroll Wish

e di Danilo Arona, Cristiana Astori, Alberto Cola, Stefano Di Marino, Clelia Farris.

Contiene fotografie di:

Giuseppe Agnoletti, Nicola Baldazzi, Gianluca Bocci, Riccardo Bruni, Flavi oMariano, Alfredo Negroni, Katiuscia Noseda, Francesco Palmitessa, Antonio Putini, Simone Varisto

e di Andrea Chelli, Andrea Rota Nodari e Paolo Cavanna

PAGINA DI “NEL BUIO” sul sito dell’editore dbooks.it:
http://www.dbooks.it/libreria/scheda/110/20/horror/nel-buio.html

Una recensione di “Nel buio” (su WordShelter.it)
http://www.wordshelter.it/storie-raccontate-nel-buio/

Una recensione di “Nel buio” con intervista (su UrbanFantasy.it)
http://urbanfantasy.horror.it/2012/03/nel-buio/


Il Crawford intervista Anita Book

Anita book per il premio marion crawfordOggi abbiamo il piacere di intervistare Anita Book, giurata del Premio Crawford.

Come mai hai accettato la candidatura a giurato del Premio Crawford?

La proposta mi è giunta via Facebook, per conto di un mio caro amico, nonché collega blogger/scrittore, Antonio Ferrara. Venerando un maestro dell’horror come King, è stato impossibile resistere a una così prestigiosa occasione.   Il racconto ha reso celebre dei veri e propri maestri del genere come Lovecraft, Poe e lo stesso Crawford.

È difficile scrivere un buon racconto?

Scrivere racconti è forse ancora più difficile che scrivere romanzi. Una narrazione breve, o comunque di media lunghezza, deve essere capace di stabilire lo stesso livello di empatia e suggestioni di una narrazione più prolissa e articolata, e non è un’operazione così ovvia. La stesura di un racconto è finalizzata alla descrizione e allo sviluppo di una situazione in particolare, una sola, e per questo esige un utilizzo sapiente della parola, un’introspezione ponderata dei personaggi, magari con una caratterizzazione influente della loro psicologia, in modo che, se pur nella loro fugace comparsa, lascino un segno, e quell’abilità fondamentale nel saper spiegare il necessario, quanto basta per circuire il lettore e sedurlo. Una dura prova.

Quello che non tolleri all’interno di un testo?

La monotonia dei contesti, delle azioni, dei dialoghi. Nella vita reale tutto scorre seguendo un ritmo preciso, e così deve avvenire in un testo narrativo. Il lettore non può ricevere l’impressione di trovarsi intrappolato nelle sabbie mobili quando legge una qualsiasi storia, ma, al contrario, deve sentirsi elemento partecipe di essa senza nemmeno avere il tempo di accorgersene.

Pensi che da un Premio del genere possa uscire qualche bella sorpresa?

Assolutamente! L’opportunità che questo Premio offre agli aspiranti scrittori è un modo sì di sfidare le proprie capacità immaginative ma anche e soprattutto una maniera per emergere e farsi leggere. I talenti si nascondono ovunque, bisogna solo stanarli.

Il tuo consiglio spassionato ai concorrenti del Premio Crawford.

Leggete, sognate, scrivete. Ininterrottamente e senza condizionamenti. Oh, e terrorizzateci.

 

Ha 24 anni e vive in Puglia. È una grande e appassionata lettrice. Adora lo stile vintage ed è ghiotta di cupcakes. Ama follemente Stephen King — in senso letterale e metaforico — e J.K.Rowling è la sua personale fonte di ispirazione, insieme a Neil Gaiman. Il suo sogno nel cassetto è quello di diventare una scrittrice. Sa che la strada da percorrere è irta di ostacoli ma è pronta a rischiare il “tutto per tutto” pur di non arrendersi. Chissà se ci riuscirà. Da gennaio 2012 è rappresentata dalla TZLA: Trentin & Zantedeschi Literary Agency.
Pagina Ufficiale di Anita Book
Canale youtube di Anita Book
L’ora del Libro di Anita Book


IO VI VEDO di Simonetta Santamaria

c_io_vi_vedo_bigIl 30 giugno 2013 – ore 11 – Libreria Punto Einaudi (SA) Piazzetta Barracano avrete la possibilità di conoscere da vicino la scrittrice Simonetta Santamaria, giurata del Premio Crawford.
All’evento sarà presente anche Antonio Ferrara (fondatore del Premio) e pensiamo che sia una buona occasione per conoscersi.
Vi aspettiamo a Salerno.UN THRILLER GOTICO

Prima nazionale – Presentazione del romanzo di Simonetta Santamaria “Io vi vedo” (Tea/Tre60).
Con l’autrice, lo scrittore Maurizio Ponticello. Letture a cura di Brunella Caputo.

IO VI VEDO
Napoli, novembre 2011. Sul ciglio di una strada di periferia viene trovato il cadavere della giovane Lucia Campobasso. È stata uccisa in modo brutale: per gli inquirenti, si tratta di un’esecuzione. Ma i responsabili rimangono ombre inafferrabili, ombre che tormentano il padre della vittima, un poliziotto.Febbraio 2012. Maurizio Campobasso, capo del reparto investigativo anticrimine di Napoli, ha ricevuto una soffiata «sicura»: in una cascina abbandonata sono rinchiusi dei clandestini, in attesa di essere mandati per le strade a rubare o a prostituirsi. Dopo aver circondato l’edificio, però, la squadra viene assalita alle spalle da un commando armato. Nell’agguato muoiono quattro agenti e Campobasso perde un occhio.
Era una trappola.

Maggio 2012. Menomato nel fisico e stravolto dal dolore e dal rimorso per la perdita della figlia e dei colleghi, Campobasso si dimette dalla polizia. Le indagini non hanno portato a nulla e lui ha perso ogni fiducia nelle istituzioni. Ma il suo animo è tormentato dall’oscura sensazione che tutte quelle morti siano collegate e che sia proprio lui, Maurizio Campobasso, la chiave di un piano criminale più vasto e sanguinario di quanto si possa immaginare.
È ora di mettere da parte la Legge e di agire, nell’ombra, come un feroce giustiziere solitario. È ora di scatenare una spietata caccia all’uomo – o agli uomini – che non risparmierà niente e nessuno.
Perché quando il desiderio di vendetta prende il sopravvento, nulla può fermarlo…

Il sito della scrittrice Simonetta Santamaria www.simonettasantamaria.net

Claudio Vergnani e Gargoyle Books per il Premio Crawford

logo gargoyle booksCosa dire? Quello che doveva essere un concorso legato al lancio de L’URLO BIANCO e un’opportunità di pubblicazione da parte del fortunato che si aggiudicherà il Premio Francis Marion Crawford si sta tramutando in un evento unico e inimitabile. I più grandi autori della penisola e le case editrici sensibili per il “sovrannaturale” stanno rispondendo all’unisono: “Presente!” Lo scrittore Claudio Vergnani e la Gargoyle Books hanno messo in palio per il vincitore del Crawford il romanzo I VIVI I MORTI E GLI ALTRI con tanto di dedica da parte dell’autore.

Non possiamo fare altro che ringraziare e Claudio Vergnani e la Gargoyle Books tutta. Un ringraziamento speciale alla squisita Valentina Masilli (Ufficio Stampa Gargoyle) per l’entusiasmo, la disponibilità e la professionalità dimostrata.

i vivi i morti e gli altri vergnani crawfordLe cose sono cambiate: nessuno riposa più in pace dopo la morte e il mondo si popola di terribili zombi. Oprandi è un ex militare di mezz’età, stanco e alcolizzato, privo di certezze per l’oggi e senza alcuna speranza per il domani, che viene assoldato per dare la morte definitiva a coloro che “grattano” furiosi per uscire dai loro sepolcri. L’uomo si imbatte nella facoltosa signorina Ursini, con cui stringe un patto: recuperare il padre non-morto sepolto nella cappella di famiglia e riportarlo alla figlia che provvedere, dopo che Oprandi gli avrà restituito la pace eterna, a seppellirlo di nuovo con tutti i crismi religiosi. In cambio lei lo condurrà con sé in Svizzera, al sicuro. Ma l’impresa è tutt’altro che facile. Fra zombi, strani e inquietanti incontri, gruppi armati allo sbando, luoghi da girone infernale, amici veri o presunti, Oprandi capirà che la minaccia non viene solo dai cadaveri resuscitati, ma anche e soprattutto da quegli individui che non hanno perso la vita, ma di sicuro l’umanità.

claudio-vergnani-keeneNato a Modena, svogliato studente di liceo classico, ancor più svogliato fuoricorso di Giurisprudenza, Claudio Vergnani preferisce passare il tempo leggendo, giocando a scacchi e tirando di boxe. Allontanato dai Vigili del Fuoco, dopo una breve e burrascosa parentesi militare ai tempi del primo conflitto in Libano, sbarca il lunario passando da un mestiere all’altro, portandosi dietro una radicata avversione per il lavoro. Dalle palestre di bodybuilding alle ditte di trasporti, alle agenzie di pubblicità, alle cooperative sociali, perso nei ruoli più disparati, ma sempre in fuga da obblighi e seccature.

Infine ma non in ordine d’importanza un caro pensiero della Biblioteca di Derry, Antonio Ferrara e noi tutti va al grande Paolo De Crescenzo (Fondatore della Gargoyle nel 2004, amministratore unico e responsabile editoriale fino al 2011)

Grazie Paolo.


PREMIO Francis Marion Crawford

premio francis marion crawford

PREMIO Francis Marion Crawford PER LA LETTERATURA HORROR

I EDIZIONE

L’Associazione Culturale “La biblioteca di Derry” indice il bando di concorso Francis Marion Crawford, selezione letteraria per racconti di genere HORROR.

Sono accettati racconti inediti (mai pubblicati in cartaceo o sul web) di lunghezza compresa fra 10.000 e 20.000 battute spazi compresi. Ogni autore può partecipare con un massimo di tre racconti.

1) Modalità di invio

Le opere devono essere inviate via email all’indirizzo premio.crawford@gmail.com  Nel testo della mail devono essere riportati: dati dell’autore (nome, cognome, residenza, dati anagrafici, telefono e mail) e dichiarazione di proprietà letteraria dell’opera. Nell’oggetto della mail deve essere indicata la dicitura “Nome autore – Premio Crawford“. Il nome del file deve essere denominato “titolo dell’opera” e non deve riportare in alcun modo il nome dell’autore, neppure al suo interno.

2) Scadenza

Gli elaborati dovranno essere inviati entro la mezzanotte del 30 settembre 2013

3) Costo e modalità di iscrizione

L’iscrizione al premio è totalmente gratuita.

 

4) Giuria

I testi finalisti saranno giudicati da una giuria composta dallo scrittore Stefano Pastor (presidente di giuria) e altri illustri  giurati che saranno annunciati a breve. Al suo interno potranno essere presenti membri dell’associazione “La biblioteca di Derry”.

 

5) Obblighi dell’autore:

Partecipando al concorso, l’autore dichiara implicitamente di accettare ogni norma citata nel presente bando.

 

6) Premio:

L’autore vincitore vedrà pubblicato il suo racconto all’interno del romanzo “L’URLO BIANCO” di Antonio Ferrara (pubblicazione prevista novembre 2013). Otterrà inoltre visibilità attraverso i canali “Della biblioteca di Derry” e tramite un’intervista che verrà pubblicata sul sito “Uno sguardo oltre la siepe” Inoltre il vincitore riceverà una copia cartacea del romanzo “L’URLO BIANCO” autografata e con dedica da parte dell’autore e una copia cartacea del racconto “La Cuccetta superiore” di Francis Marion Crawford. I primi dieci classificati riceveranno anch’essi una copia cartacea de “La Cuccetta superiore” di F. M. Crawford. Inoltre per tutti i partecipanti ci sarà uno sconto esclusivo del 20% sull’acquisto del libro “L’URLO BIANCO” Inoltre si stanno delineando altre vie per arricchire il montepremi (pubblicazione dei finalisti su riviste del settore, libri in regalo da parte di scrittori simpatizzanti e giurati e collaborazioni di vario genere)

Ricordiamo a tutti i partecipanti che la pagina Facebook ufficiale del premio è questa: PREMIO F. M. CRAWFORD.

 

7) Tutela dei dati personali:

Ai sensi della legge 31.12.96, n. 675 “Tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali” la segreteria organizzativa dichiara, ai sensi dell’art. 10, “Informazioni rese al momento della raccolta dei dati”, che il trattamento dei dati dei partecipanti al concorso è finalizzato unicamente alla gestione della selezione e all’invio agli interessati dei bandi delle edizioni successive; dichiara inoltre, ai sensi dell’art. 11 “Consenso”, che con l’invio dei materiali letterari e grafici partecipanti al concorso l’interessato acconsente al trattamento dei dati personali; dichiara inoltre, ai sensi dell’art. 13 “Diritti dell’interessato”, che l’autore può richiedere la cancellazione, la rettifica o l’aggiornamento dei propri dati.

SCARICA il Bando Ufficiale Premio F. M. Crawford I edizione

Segui la pagina ufficiale su Facebook