Tag Archives: premio crawford

I Vincitori del Premio Crawford 2014

vincitori-giugnoFinalmente ci siamo riusciti. A questo punto sarete andati già in fondo alla pagina per vedere se siete tra i selezionati che faranno parte dell’antologia dedicata al Premio. Premetto che è stata dura tirare fuori 17 racconti. Alcuni racconti erano a distanza di mezzo punto per non parlare di quelli a parimerito. Ci sono volute ulteriori votazioni e considerazioni per formare una rosa d’eccellenza che di sicuro scontenterà qualcuno, ma che potra rendere orgogliosi i “sopravvissuti”. Tutti bravi davvero. Il livello medio degli elebarati pervenuti è stato nettamente superiore dell’edizione del 2013 e questo non può farci che ben sperare per l’edizione del 2015. Qualcuno ci ha chiesto se anche qust’anno ci sarà un vincitore assoluto. Ci sarà. L’annuncio del vincitore avverà tra circa una settimana. Inoltre sarà annunciato anche il vincitore del Premio Speciale Altrisogni. Detto questo, complimenti a tutti quanti. Un ringraziamento speciale ai giurati che hanno svolto un lavoro professionale e certosino. Grazie.

I selezionati saranno contattati nei prossimi giorni per la preparazione dell’antologia.

Restate sintonizzati.

Antonio Ferrara

I selezionati in rigoroso ordine casuale:

Il vecchio e il ragno – Nicola Lombardi

Tutti i nodi vengono al pettine – Massimiliano Giri

Il mostro di carta – Cristiano Fighera

Il sangue delle case vecchie – Antonio Milicia

La terra dei padri – Marco Marino

Fagiolo – Davide Camparasi

Hell express – Matteo Pisaneschi

Sabbia messicana – Maria Emanuela Scovazzo

Helter Skelter – Mariachiara Moscoloni

I ripulitori – Michele Scoppetta

La mano anarchica – Daniela Forni

La scelta – Anna Rita Foschini

Presagi – Arianna Zeta

Streghe – Valeria Barbera

Vieni a me – L. Filippo Santaniello

A ogni costo – Davide Schito

L’autogrill – Denis Topalovic

 

Advertisements

Premio Crawford 2014 I Finalisti

jason-voorhees-friday-the-13thLo sappiamo che quest’anno abbiamo fatto i cattivi e vi abbiamo tenuto sulle spine, ma la lotta è stata dura e continuerà a esserlo. Secondo i giurati la qualità degli elaborati pervenuti è nettamente superiore a quella dell’anno scorso. Forse questo è da imputare al fatto che si doveva possedere almeno un libro “Horror” di quelli elencati nel bando, ma tralasciamo alle ciance. Ecco la rosa dei racconti finalisti dai quali saranno scelti quelli da inserire nell’antologia.

  • Il vecchio e il ragno
  • Il bosco dei suicidi
  • Tutti i nodi vengono al pettine
  • Il mostro di carta
  • Il sangue delle case vecchie
  • La terra dei padri
  • Storie di fantasmi
  • Al di là dello specchio
  • Fagiolo
  • Hell Express
  • La stagione della folgore
  • Melfiumando
  • Sabbia messicana
  • Strani compagni di cancro
  • Betsy
  • helter Skelter
  • I ripulitori
  • Il cielo sopra Alexanderplatz
  • Il guardiano di notte
  • Il mondo dei senza volto
  • La mano anarchica
  • La scelta
  • Presagi
  • Streghe
  • Vieni a me
  • A ogni costo
  • L’autogrill

Premio F. M. Crawford II Edizione 2014

premio crawford editorialeCiao amici del Crawford,

Anche quest’anno, dopo il successo dell’anno scorso, il Premio Crawford è ai blocchi di partenza. Io sono Antonio Ferrara e vorrei spendere due parole su quello che è stato e sarà il Premio Crawford. Come molti di voi sapranno si tratta di un Premio Letterario per la letteratura di genere Horror. Credo che nel nostro paese esistano buone penne e tanti estimatori di questo genere spesso maltrattato, perciò quest’anno ho deciso di modificare i requisiti di accesso al Premio. Niente allarmismi, non siamo come gli altri. Noi non prendiamo soldi. Il nostro Premio è gratuito per tutti, ma vogliamo assicurarci che chi vi acceda, non sia il tipo di persona che partecipa a tutti i concorsi indipendentemente dal “tema” trattato. Inoltre vorrei ricordare che il Crawford nasce principalmente per promuovere la letteratura di genere, tutta. Quindi con queste premesse anticipo che quest’anno per poter accedere al Premio sarà requisito fondamentale avere almeno uno (1) di questi romanzi: L’urlo bianco di Antonio Ferrara, Neila (ebook) di Antonio Ferrara, L’estate di Montebuio di Danilo Arona, L’uomo nero e la bicicletta blu di Eraldo Baldini, Il giocatollaio di Stefano Pastor, Io vi vedo di Simonetta Santamaria, I vivi, i morti e gli altri di Claudio Vergnani, Ore Nere a cura di Christian Antonini e Vito di Domenico. Nel caso non abbiate uno dei libri elencati, vi consigliamo l’acquisto di almeno uno dei romanzi per poter accedere al Premio. Il vero obbiettivo del Crawford è, come vi dicevo, quello di divulgare la letteratura di genere. Crediamo che chi partecipi a un contest di questo tipo debba aver letto, o leggere uno di questi romanzi. Si tratta libri italiani di autori italiani e pubblicati da case editrici italiane. Va bene leggere King, Lansdale e compagnia bella, ma cerchiamo di valorizzare anche e soprattutto i nostri autori, per far in modo che un domani qualcuno valorizzi voi (casomai vincitori del Crawford). C’è bisogno di un cambiamento, c’è bisogno di credere in un sogno, c’è bisogno che il vampiro torni a succhiare il sangue e che lo zombi torni a mangiare carne. C’è bisogno che l’Horror torni a far paura.

Benvenuti al Premio Crawford.

Antonio Ferrara


Premio F. M. Crawford 2014 Coming soon…

premio crawford 2014 coming soon


Ci scrive John Charles Moran

an f marion crawford companionÈ con piacere che qualche giorno fa ci siamo ritrovati nella casella email del Crawford una missiva di John Charles Moran, l’autore di “An F. Marion Crawford Companion” e altri testi su F.M. Crawford, nonchè Direttore della “Francis Marion Crawford Memorial Society” – Nashville – Tennessee (USA). Questo segno dagli USA ci può solo fare bene e far alzare il prestigio del Premio Crawford per le prossime edizioni.

November 29, 2013

Mr. Antonio Ferrera
Il Premio F. M. Crawford

Dear Mr. Ferrera,
Your most welcome and praise-worthy labors on behalf of the great writer Francis Marion Crawford and the distinguished Crawford Prize for horror literature that you have recently created has only now come to my attention.  I have just finished reading the “web site” limited by my very poor Italian language skills, but I understand what you have accomplished.
Please accept my best thanks for what you have done for Crawford’s memory and legacy.
I embolden myself to do this based on being a devote of FMC since 1958 in high school and later as defender of his literary and historical work since 1975 as a founder of “The F. Marion Crawford Memorial Society”, and principal Editor of its literary review “The Romantist” (19777-1997) among other efforts on FMC’s behalf.
Are you familiar with the existence and most valuable work of the Centro Studi e Ricerche Francis Marion Crawford ” in Sant Agnello di Sorrento?  It was founded by our very close associates in Italy in 1998 and publishes an excellent review of local history “Genius Loci”.  Its President is Mr. Antonino De Angelis.  They formally continue this Society’s work.
Again, thank you for focusing on and honoring Crawford in such an important way.  Please continue.
In closing, I can not be a site follower because I will not use Face Book and similar mechanisms, because I am convinced that the all are governmental front operations for spying on harmless people, not just dangerous ones.
Please accept my very best wishes.

Sincerely, John Charles Moran


Il Crawford intervista Simone Carletti, il vincitore della I Edizione del Premio

IMG_0919Il vincitore della I Edizione del Premio Francis Marion Crawford per la letteratura dell’orrore si confessa. Conosciamolo meglio.

1 Chi è Simone Carletti per Simone Carletti?

Simone Carletti è un 35enne romano, giornalista professionista, che oltre alla sua splendida moglie, la sua bimba e l’altra/o in arrivo, adora scrivere, leggere e viaggiare.

2 Come ti è venuta in mente la follia di scrivere?

Un po’ per passione (follia?), un po’ per il percorso lavorativo intrapreso nella mia vita, ho sempre amato “giocare” con le parole e creare mondi a partire dalla mia fantasia o dalla realtà che mi circondava.

3 Come mai il debole per la letteratura “oscura”?

Ogni volta che mi metto a scrivere la mente partorisce storie horror, gialle, fantastiche o di fantascienza. Le eccezioni si possono contare sulle dita di una mano. In fondo la letteratura e il cinema di genere sono sempre state grandi passioni per me e hanno finito per influenzare la mia scrittura.

4 Edizione cartacea o eBook?

Ho sempre amato la sensazione che si prova ad aprire un libro e sfogliare le sue pagine. Ho una ricca collezione di cui sono gelosissimo. Tuttavia non nego la comodità degli ebook, soprattutto in viaggio. Per questo adesso mi divido fra tradizione e modernità.

5 Ti ha chiamato al telefono direttamente Antonio Ferrara. Quando ti ha comunicato che avevi vinto il Crawford cosa hai pensato?

All’inizio ho pensato a uno scherzo. Poi, quando ho capito che era tutto vero, ho provato una gioia immensa. Si tratta del primo premio letterario che vinco e ne sono molto orgoglioso.

6 Stephen King sostiene che: Uno scrittore competente si possa trasformare in un bravo scrittore.

King per me è una delle massime autorità in materia, basta leggere “On Writing” per capirlo. Anch’io ritengo che la scrittura, oltre a essere una passione, sia il frutto di impegno, costanza e dedizione. Quindi la preparazione e la competenza sono fondamentali per ottenere risultati.

7 Vivere di scrittura? Che ne pensi?

Un sogno! Come ho già detto, grazie alla mia professione, in un certo senso posso dire che oggi vivo di scrittura. Mi ritengo fortunato, anche se c’è una grande differenza tra la scrittura giornalistica e quella narrativa.

8 Perchè hai partecipato al Crawford? Sapevi che avevi tra le mani un buon racconto?

Ho deciso di partecipare al premio perché in linea con le mie corde e soprattutto per tentare di essere giudicato da una grande giuria, competente e seria. Be’, ci sono riuscito, e grazie a un racconto cui tenevo parecchio.

9 Il tuo racconto sarà pubblicato nel romanzo “L’URLO BIANCO” e sarà parte integrante del romanzo di Antonio Ferrara. Inoltre avrà a corredo le parole di Stefano Pastor, cosa ne pensi?

Wow, un premio nel premio.

10 Come scrivi? Quando scrivi? Dove scrivi?

Scrivo quando posso, solitamente la sera, quando tutti dormono e ho un po’ di tempo tutto per me. L’acquisto di un tablet mi ha consentito di scrivere dovunque e con più facilità.

11 Stai scrivendo un romanzo oppure intendi percorrere ancora la strada del racconto breve?

Ho un romanzo thriller-avventuroso nel cassetto, in fase di revisione, e sto lavorando a un altro, prettamente horror. Ma non abbandono mai la dimensione del racconto. Mi permette di dare vita a tante storie che mi frullano per la mente.

12 Lo sapevi che l’anno prossimo non potrai partecipare alla seconda edizione del Premio perchè sarai in giuria? Probabilmente non lo sapevi, che ne pensi? Ti piace l’idea? (Per tutti i partecipanti: Mica possiamo rischiare che vinca di nuovo )

Questa notizia mi lascia a bocca aperta. Sarà un’esperienza per me nuova, di sicuro divertente. Mi impegnerò al massimo, sarò un giudice spietato!

13 Cosa vuol fare da grande Simone Carletti?

Per carattere non smetto mai di sognare: mi piacerebbe vedere sullo scaffale di una libreria tanti romanzi con il mio nome sopra!

Grazie per essere stato nostro ospite e ancora complimenti per la meritata vittoria.


Premio Crawford I Edizione: Il Vincitore

winner-is-620È il momento che tutti aspettavamo, la rivelazione finale, la nomina di colui che è riuscito a fare breccia nel cuore dei Giurati del Crawford.

Vince la Prima Edizione del Premio Francis Marion Crawford per la letteratura di genere Horror, Simone Carletti con l’opera “Non è nulla“. Il racconto sarà pubblicato nel romanzo di Antonio Ferrara “L’Urlo bianco” di prossima pubblicazione per Il Foglio Letterario e tutto il Montepremi riservato al primo classificato.

Complimenti a Simone e a tutti coloro che hanno creduto in questo contest.

La Biblioteca di Derry

Antonio Ferrara